Passa ai contenuti principali

Cookies policy

Cookies Policy

Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs 30 giugno 2003 n. 196 , “Codice in materia di protezione dei dati personali”, di seguito viene fornita la Privacy Policy del blog Letture di tutti i colori
Questo blog è un sito amatoriale e non rappresenta una testata giornalistica, non essendo aggiornato con regolarità. Inoltre è un blog senza alcun fine di lucro e che non ospita nemmeno servizi come Adsense o prodotti simili.
La Cookies Policy(la politica relativa all'uso di cookies), viene applicata a tutti i siti internet, alle pagine brandizzate, alle piattaforme di terze parti (ad esempio, Facebook o YouTube), e alle applicazioni a cui si fa accesso o che vengono utilizzate attraverso tali siti internet o alle piattaforme di terze parti che siano condotte da o per conto del qui presente blog.
Connettendovi al blog acconsentite anche all'utilizzo dei cookies in conformità con la sopracitata “Cookies Policy”. Se non si acconsente all'utilizzo dei cookies in questo modo, dovrete impostare il vostro browser in modo appropriato oppure non connettervi all'url di questo blog.
Se decidete di disabilitare i cookies qui presenti, ciò potrebbe influenzare l’esperienza della vostra navigazione sul blog e il blog potrebbe apparirvi diverso da com'è realmente. Le informazioni riportate di seguito riepilogano i diversi tipi di cookies presenti sul blog, insieme alla loro rispettiva funzione e durata (ovvero per quanto tempo ciascun cookie rimarrà sul vostro dispositivo).


COSA SONO I COOKIES?
I cookies sono file informatici o dati parziali che possono venire salvati sul vostro computer (o altri dispositivi abilitati alla navigazione su internet, per esempio smartphone o tablet) quando visitate il qui presente blog. Di solito un cookie contiene il nome del sito internet dal quale il cookie stesso proviene, la ‘durata vitale’ del cookie (ovvero per quanto tempo rimarrà sul vostro dispositivo), ed un valore, che di regola è un numero unico generato in modo casuale.


PER COSA SI USANO I COOKIES?
I cookies servono per rendere l’uso dei blog più semplice e per meglio adattarlo ai vostri interessi e bisogni. I cookies possono anche venire usati per aiutare a velocizzare i tempi di connessione delle vostre future visite a questo blog (sperando che effettivamente tornerete). Inoltre i cookies servono a compilare statistiche anonime aggregate che consentono di capire come le persone usano questo blog e aiutano a migliorare la struttura ed i contenuti del medesimo. Precisazione importante: non sono in grado di identificarvi personalmente attraverso queste informazioni.

CHE TIPI DI COOKIES SONO PRESENTI?
Due tipi di cookies possono venire usati sul blog: “session cookies” e “persistent cookies”. I “session cookies” sono cookies temporanei che rimangono sul vostro dispositivo fino al momento in cui abbandonate questo blog e navigate verso un altro url. Un “persistent cookie” invece rimane sul vostro dispositivo per molto più tempo oppure fino a quando lo cancellate manualmente (quanto tempo il cookie rimane sul vostro dispositivo dipenderà dalla durata ovvero “durata vitale” del cookie in oggetto e dalle impostazioni del vostro browser). 
Performance: questi cookies aiutano a capire come gli utenti interagiscono con il blog fornendo informazioni relative alle sezioni visitate, il tempo trascorso sul sito, e qualsiasi questione che sia emersa, per esempio un messaggio di errore. Questo aiuta a migliorare la resa del blog. Questi cookies non identificano il navigatore come individuo. Tutti i dati vengono raccolti e aggregati in forma anonima.
Funzionalità: questi cookies permettono al blog di ricordare le scelte che fate (per esempio, il vostro nome utente, la lingua prescelta o la regione in cui vi trovate) in modo da fornirvi un’esperienza online più personalizzata. Possono anche consentire agli utenti di visualizzare i video, entrare nei giochi e interagire con gli strumenti sociali tipo blog, chatroom e forum. Le informazioni che vengono raccolte da questi cookies possono includere informazioni personali identificabili che avete fornito, per esempio il vostro nome utente o immagine del profilo. Viene garantita la massima trasparenza nei vostri confronti in merito a quali informazioni sono raccolte, l‘uso che ne viene fatto e l’eventuale condivisione con parti terze. Se non si accettano questi cookies, la resa e funzionalità del sito internet potrebbero risultare minori e l’accesso ai contenuti del sito potrebbe venire limitato.
Targeting / pubblicità: questi cookies vengono usati per presentare contenuti più adatti a voi e ai vostri interessi. Possono venire usati per visualizzare pubblicità mirate o per limitare il numero di volte che visualizzate una pubblicità. Si possono usare anche per ricordare i siti internet che avete visitato e c’è la possibilità che queste informazioni vengano condivise con terze parti, inclusi eventuali inserzionisti. La maggioranza dei cookies di questo tipo tracciano i consumatori attraverso il loro indirizzo IP e quindi potrebbero raccoglier alcune informazioni personali identificabili.

IN QUESTO BLOG SI FA USO DI COOKIES DI TERZE PARTI?
Sì, per la naturale impostazione tecnica di un blog come il qui presente si fa necessariamente uso di svariati fornitori che possono altresì impostare cookies sul vostro dispositivo quando visitate il blog per consentirgli di erogare i servizi che stanno fornendo. Se desiderate avere ulteriori informazioni relative a questi cookies, insieme a informazioni su come evitarne la ricezione, vi preghiamo di cliccare qui.
Quando visitate questo blog potreste ricevere cookies da siti internet o domini di terze parti. L’intenzione del qui presente blogger è di identificare questi cookies prima che vengano utilizzati in modo da permettervi di decidere se desiderate accettarli o meno. Ulteriori informazioni relative a questi cookies potrebbero essere disponibili sul sito internet della terza parte in questione.

COME SI POSSONO CONTROLLARE O CANCELLARE I COOKIES?
La maggioranza dei browser internet sono inizialmente impostati per accettare i cookies in modo automatico. Potete modificare queste impostazioni per bloccare i cookie o per avvertirvi che dei cookies vengono mandati al vostro dispositivo. Esistono svariati modi per gestire i cookies. La cosa migliore è fare riferimento al manuale di istruzioni o alla schermata di aiuto del vostro browser in cui viene spiegato come regolare o modificare le impostazioni del vostro browser. Se disabilitate i cookies di cui si fa uso in questo blog, ciò potrebbe influenzare la vostra esperienza mentre ci navigate, per esempio potreste non essere in grado di visitare certe sezioni o potreste non ricevere informazioni personalizzate quando visitate il sito. Se usate dispositivi diversi tra loro per visualizzare e accedere sul web (per esempio usate sia il computer che lo smartphone, il tablet, ecc.), dovrete assicurarvi che ciascun browser su ciascun dispositivo sia regolato per riflettere le vostre preferenze relative ai cookies.
Per avere ancora più informazioni a riguardo, cliccate qui e troverete la pagina dedicata ai cookies nel sito del Garante della Privacy.

ULTERIORI INFORMAZIONI
Il qui presente blog è powered by Blogger  pertanto per tutte le applicazioni di questa piattaforma che fanno ricorso a cookies si possono trovare ulteriori informazioni qui:
e qui:
Altre applicazioni presenti sul blog che fanno ricorso a cookies e relative ulteriori informazioni relative ai cookies sono le seguenti:
Twitter – vedi:
Facebook
Anobii – vedi:
E comunque, per qualsiasi altra applicazione usata nel blog, esiste un'informativa specifica sulla Cookies Policy.


Un grazie a If you have a garden and a library per lo spunto datomi per la Cookies Policy

Commenti

Post popolari in questo blog

La campana di vetro di Sylvia Plath

"Come facevo a sapere se un giorno o l'altro -al college, in Europa o in qualche altro luogo, in qualsiasi luogo- la campana di vetro, con le sue distorsioni opprimenti, non sarebbe discesa di nuovo sopra di me?"

La campana di vetro è uno di quei libri che mi hanno fatto sentire profondamente ignorante. Mi sono infatti chiesta perché non l'avessi mai nemmeno preso in considerazione.
Sylvia Plath è una poetessa americana, il suo unico romanzo è appunto La campana di vetro, edito nel 1963 un mese prima del suo suicidio, con lo pseudonimo Victoria Lucas. La scelta di utilizzare lo pseudonimo deriva dal fatto che il libro è autobiografico, narra infatti l'accesso all'età adulta della Plath e dello scompenso psichico che quest'ultima ha avuto proprio in quel periodo e che sfociò con un tentato suicidio.
Esistono numerose analisi su La campana di vetro, interessante è stata la prefazione che ho trovato nell'edizione Mondadori che descrive bene il testo come me…

Le ragazze di Emma Cline

Il libro di Emma Cline è stato considerato il caso editoriale degli ultimi mesi del 2016. Me ne sono procurata una copia poco dopo l'uscita, ma ho avuto modo di leggerlo solo nelle ultime due settimane.
Si tratta di un libro che evoca numerose suggestioni, soprattutto relativamente al senso di smarrimento, di ricerca d'identità che si vive nella prima fase di adolescenza, il tutto amplificato dal periodo storico e dal luogo e il contesto sociale in cui è ambientata la storia: famiglia benestante della California del 1969. Siamo infatti in un'epoca in cui vi è molta libertà sessuale, la ricerca di droghe di vario genere è assai diffusa, l'emancipazione femminile è al suo culmine.
Evie, la quattordicenne protagonista vive la sua adolescenza con forte disagio e si trova a fare frequentazioni pericolose che finiranno per segnarne l'intera esistenza, se non da un punto di vista "penale", da un punto di vista personale e psicologico. Infatti la protagonista fa…

Pensierino della domenica sera #2

E' da un po' che non affido alla rete qualche pensiero legato alle mie letture.
Sono stati mesi poco proficui da un punto di vista quantitativo, ma non posso dire lo stesso rispetto alla qualità di quel che ho letto. Ho letto poco, ma bene.
C'è stato un periodo in cui proprio non ho aperto libro, oppure in cui ciò che ho aperto non mi ha soddisfatto nemmeno un po'. Poi complice Antonella del blog If you have a garden and a library you have everything that you need ho ritrovato il sapore di un buon libro. Antonella aveva iniziato a leggere Via col vento di Margaret Mitchell, era da anni che pensavo a quel libro, ma la mole e la difficoltà di trovarlo in libreria (ho dovuto prenderne una copia usata della Mondadori perché credo non venga più ristampato) mi avevano  fino a quel momento dissuasa. Invece ho trovato in Via col vento uno dei più bei romanzi che io abbia mai letto. Penso che dedicarò maggiore spazio a questa grandissima opera della Mitchell perché è stato talm…